Caricamento dati in corso
Caricamento dati completato
Errore durante il caricamento dati. Riprovare.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media.
Chiudendo questo banner, cliccando in un'area sottostante o accedendo ad un'altra pagina del sito, acconsenti all’uso dei cookie.
Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili.

accetto non accetto maggiori informazioni

Direttore

LUIGI FIORLETTA

direttore@accademiabellearti.fr.it

Fin dalla seconda metà del XVI l'Accademia è luogo di incontro, confronto e scambio, in cui si sono formati, se si escludono poche eccezioni, tutti gli artisti più interessanti di questi ultimi secoli, anche quelli che hanno contribuito all'incomparabile accelerazione che ha condotto al linguaggio contemporaneo. Nel 1563 Giorgio Vasari fondava a Firenze una scuola in cui la teoria e la pratica dell'arte compensandosi a vicenda potessero contribuire alla formazione dei giovani artisti e non a caso il nome prescelto richiamasse gli insegnamenti di Platone.

A partire dal XVII secolo sull'esempio dell'istituzione vasariana furono fondate tutte le altre accademie, che hanno rappresentato in Italia e in Europa la possibilità di trasmettere i fondamenti della tradizione artistica. Attualmente le Accademie di Belle Arti sono tutte inquadrate nell'ambito universitario, con la legge di riforma del 21 dicembre 1999 n. 508, infatti, sono state collocate nel settore dell'Alta Formazione Artistica e Musicale, tanto che la legge n. 268 del 2002, ha riconosciuto l'equiparazione alla laurea universitaria dei titoli accademici conseguiti nel sistema artistico e musicale italiano, ai fini di un pubblico concorso, ma anche ai fini del riconoscimento dei crediti formativi da spendere nei due sistemi.

Con l'emanazione dei nuovi regolamenti didattici, vista l'esigenza di convergere verso il modello europeo delineato dagli accordi della Sorbona, di Bologna, di Praga e di Berlino, finalizzati alla costituzione di un comune sistema di istruzione atto a consentire la libera circolazione degli studenti, dei titoli di studio e delle professionalità nell'ambito internazionale, sono stati attivati corsi di primo livello triennali e corsi di secondo livello specialistici biennali.

L'Accademia di Belle Arti di Frosinone, accanto ai quattro corsi istituzionali tradizionali di Pittura, Scultura, Decorazione e Scenografia, ha istituito i corsi di Grafica, Multimedia, Fashion Design e Graphic Design. Per ogni indirizzo sono attivi corsi di Diploma Accademico di Primo Livello triennali e corsi di Diploma Accademico di Secondo Livello biennali, caratterizzati dall'indispensabile rapporto tra operatività laboratoriale e ricerca teorica, che insieme esprimono la specificità di un sapere fondato sulla creatività artistica. L'Accademia di Belle Arti di Frosinone si distingue per una equilibrata proporzione numerica docenti/studenti, tale da consentire la fruizione dei laboratori e uno rapporto didattico progettato per avviare percorsi individuali di formazione e crescita.

Accanto ai corsi tradizionali l'apertura dei nuovi indirizzi e l'inserimento di insegnamenti collegati alla sperimentazione dei nuovi linguaggi tecnologici e multimediali ha permesso di impiantare una struttura didattica modulare, organizzata con il sistema europeo dei crediti formativi, che ha consentito di ampliare l'offerta formativa per meglio rispondere ai bisogni del territorio, del mondo imprenditoriale e dei nuovi orientamenti legati alle professioni emergenti nel campo delle arti visive e della progettazione artistica per l'impresa. Perché la ricerca artistica va sapientemente nutrita per creare un equilibrio tra teoria e prassi.

Il Direttore
prof. Luigi Fiorletta

la ricerca per {{q}} non ha prodotto nessun risultato