Caricamento dati in corso
Caricamento dati completato
Errore durante il caricamento dati. Riprovare.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media.
Chiudendo questo banner, cliccando in un'area sottostante o accedendo ad un'altra pagina del sito, acconsenti all’uso dei cookie.
Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili.

accetto non accetto maggiori informazioni

Giovedì dell'Accademia. Paolo Virzì

Giovedì 10 maggio 2018 alle ore 16,00, presso la sede dell’Accademia nel palazzo Pietro Tiravanti, avrà luogo il sesto incontro della nuova edizione de I giovedì dell’Accademia, in sinergia con la Banca Popolare del Frusinate, Otovision e Arkengraf, che continuano ad offrire al pubblico la possibilità di conoscere i protagonisti della cultura italiana e internazionale e l’occasione per approfondire tematiche di questo nostro tempo. Come per le precedenti edizioni, anche per quest’anno le proposte dall’Accademia, per affermare con determinazione il proprio ruolo nel territorio frusinate spaziano dalle arti visive alle discipline dello spettacolo, dal marketing al giornalismo.

Tra febbraio e giugno, infatti, sono ospiti dell’Accademia personaggi del mondo dell’arte, dello spettacolo, del giornalismo, Alessio Boni 22 febbraio, Mario Messina 8 marzo, PIF 15 marzo, Violante Placido 19 aprile, Simona Marchini 26 aprile, Paolo Virzì 10 maggio, Nunzio 17 maggio e Gianni Dessì 24 maggio, che attraverso, ricordi ed esperienze propongono riflessioni sulla cultura, l’arte e l’attualità.

Ancora una volta l’Accademia invita tutti a partecipare a uno dei momenti più importanti dell’attività didattica: il fondamentale dialogo con artisti, galleristi, pubblicitari, registi, attori, conduttori televisivi, che proporranno la loro interpretazione della realtà contemporanea attraverso il racconto della loro esperienza.

L’ospite del quinto incontro dell’edizione 2018 è Paolo Virzì, uno dei cineasti più significativi del nostro cinema, autore di opere che da sempre indagano e fotografano le evoluzione della società italiana, con un occhio tragicomico, erede della grande tradizione della commedia all’italiana. Il cinema di Virzì nell’arco di 25 anni ci ha regalato piccoli capolavori sorretti da solide e raffinate sceneggiature: dai primi racconti del microcosmo livornese - città che resta centrale nel suo immaginario (La bella vita e Ovosodo), alla “lotta di classe” di Ferie d’agosto, dal racconto del precariato giovanile di Tutta la vita davanti all’elogio della follia di La pazza gioia, dalla rilettura della Storia di N – Io e Napoleone al cinismo dell’alta borghesia provinciale splendidamente descritta ne Il capitale umano. Con il suo ultimo lungometraggio, Ella & John. The Leisure Seeker, Virzì ha affrontato inoltre la sua prima produzione internazionale, dirigendo due divi come Helen Mirren e Donald Sutherland in un on the road ambientato negli States, paese in cui anni fa aveva girato parte del suo My Name is Tanino.
Il ricco percorso di questo versatile cineasta, premiato con David di Donatello e Nastri d’Argento, sarà come sempre al centro dell’incontro con gli allievi dell’accademia, alcuni dei quali hanno potuto approfondire, mediante lezioni e visioni, l’estetica e la poetica del regista livornese e potranno finalmente dialogare con lui.

la ricerca per {{q}} non ha prodotto nessun risultato