Caricamento dati in corso
Caricamento dati completato
Errore durante il caricamento dati. Riprovare.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media.
Chiudendo questo banner, cliccando in un'area sottostante o accedendo ad un'altra pagina del sito, acconsenti all’uso dei cookie.
Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili.

accetto non accetto maggiori informazioni

Massimo Bignardi. Autoritratto urbano

Martedì 24 gennaio 2018 alle ore 11,30, presso la sede dell’Accademia nel palazzo Pietro Tiravanti, l’Accademia incontra Massimo Bignardi che terrà una conferenza dal titolo AUTORITRATTO URBANO. Luoghi tra visione e progetto.

La città fa da sfondo alle prospettive che l’arte disegna al suo futuro; una città “ambiente”, dunque non solo architettura, bensì misura di relazioni che s’intrecciano come trame del vissuto quotidiano, intercettando nuovi spazi all’esistenza, nuovi luoghi all’immaginazione sociale. È questo il punto sul quale pone l’attenzione Bignardi nel suo ultimo libro dedicato al rapporto tra città e arte ambientale, AUTORITRATTO URBANO. Luoghi tra visione e progetto (MIMESIS EDIZIONI, 2017). La città è un unicum che l’autore rilegge come un autoritratto dal quale difficilmente si possono staccare delle parti, circoscrivere o, peggio ancora, isolare tra lori i segni del tempo, della sua lenta metamorfosi che consegna la città al presente. Un unicum la cui identità oggi rischia, però, di disperdere la sua riconoscibilità nella deriva di una progettualità autoreferenziale.

È un’analisi attenta a tessere il dialogo con le realtà aperte da nuove prospettive di operatività estetica nel campo urbano: un’analisi per la quale l’autore si interroga sull’immagine, sulla scultura ambientale, sui luoghi della contemporaneità.

Esperienze vissute in presa diretta, cioè nel vivo del loro “farsi”, quindi nell’azione che l’artista sviluppa, come sua capacità primaria, nel processo di conoscenza del proprio presente, pronta, cioè, a farsi riflessione e progetto, memoria e costruzione.

Massimo Bignardi è docente di Storia dell’arte contemporanea e di Arte ambientale e architettura del paesaggio presso l’Università di Siena ove ha diretto, dal 2008 al 2016, la Scuola di specializzazione in Beni storico artistici. Sull’argomento di recente ha pubblicato i volumi Praticare la città. Arte ambientale, prospettive della ricerca e metodologie d’intervento (2013), Casciello. I “luoghi” dell’arte (2015), Autoritratto urbano. Luoghi tra visione e progetto (2017) e ha collaborato alla raccolta di saggi Arte, città, territorio (2016). Ha curato il progetto e l’allestimento della mostra “CascielloPOMPEI” allestita nel Parco Archeologico di Pompei (giugno 2017-giogno 2018).

INFO: Accademia di Belle Arti di Frosinone - Italy Tel. + 39 0775 211167
UFFICIO STAMPA:
info@accademiabellearti.fr.it
sito web: www.accademiabellearti.fr.it

 

la ricerca per {{q}} non ha prodotto nessun risultato